Prevenire il calo uditivo

Questo meccanismo complesso e delicato quale l’udito può essere compromesso in vari modi: il primo fattore è l’età perché invecchiando è naturale e fisiologica una diminuzione dell’udito, che può essere di entità importante o trascurabile a seconda del soggetto. Se l’udito ha subito dei danni significa che le cellule ciliate, interne nello specifico, dell’orecchio interno hanno subito dei danni permanenti. Infatti queste cellule, come i neuroni, non si rigenerano una volta perse.
L’esposizione a rumori forti, per tempo prolungato, concorre alla perdita di udito e può risultare molto dannosa. Questo è il fattore più comune e quello che teniamo solitamente più in considerazione, per prevenire possiamo:

  • Non ascoltare la musica con gli auricolari a volume elevato per lunghi periodi tutti i giorni
  • Sostituire gli auricolari con delle cuffie
  • Evitare di esporre il proprio udito in maniera diretta a fonti sonore intense
  • Fare attenzione a farmaci, alcol e fumo.

Un fattore non trascurabile sono malattie dovuti a batteri come rosolia, morbillo e meningite che possono procurare un abbassamento di udito oppure delle semplici otiti che se non trattate adeguatamente possono sfociare in forme irreversibili di ipoacusia.
Uno schema ereditario di sordità in famiglia dovrebbe portare a controlli nel tempo, per prevenire il calo uditivo. Inoltre l’abuso di farmaci e alcolici concorrono ad una perdita uditiva.

Controllo
dell’udito

Assistenza
completa

L'apparecchio personalizzato

Per una richiesta di appuntamento telefonare al 0586.889106, in maniera gratuita e senza impegno oppure scrivici a info@sonotecnica.it